Regolamento generale

Art. 1 – Modalità formative

L’Accademia platonica delle Arti opera essenzialmente con due modalità formative: l’insegnamento pubblico ed il lavoro individuale.

Art. 2 – Gli insegnamenti pubblici

http://trulyyoursjen.com/2015/10/whats-next/ a. Modalità d’insegnamento
L’insegnamento pubblico si effettua a più livelli, attraverso l’organizzazione di corsi e seminari, introduttivi o di ricerca più avanzata; rientra in questa prima modalità anche l’organizzazione di convegni, mostre, concerti, ed altre attività simili. Alcuni corsi o seminari che vertano su temi di particolare rilievo socioculturale potranno svolgersi secondo le modalità del volontariato e rivolgersi anche a non associati.
http://stevenblairlaw.com/tag/breach-of-contract/ b. Gli insegnanti
Gli insegnanti dell’Accademia vengono scelti dal Comitato di Coordinamento, eventualmente su suggerimento dei Gruppi organizzativi delle Sezioni. Ciascuno degli Insegnanti è responsabile del proprio insegnamento; tuttavia, al fine di favorire il raggiungimento degli scopi formativi dell’Accademia, egli dovrà tenere conto dei criteri generali d’insegnamento adottati in essa, accettando i suggerimenti del Coordinatore, del Comitato di Coordinamento, ed eventualmente del Gruppo organizzativo della Sezione nella quale rientra il suo corso o seminario. Gl’Insegnanti potranno anche non essere Associati dell’Accademia.
how to order colchicine online c. Attestati di frequenza
L’Accademia non rilascia nessun titolo che abbia valore di abilitazione allo svolgimento di nessuna attività. Potrà tuttavia rilasciare degli attestati di frequenza a quanti avranno seguito i suoi insegnamenti e le sue iniziative.

Art. 3 – I lavori individuali

a. I programmi di lavoro
Il nucleo del lavoro nell’Accademia è costituito dal lavoro individuale, che fa parte perciò dell’impegno di ciascun Associato attuale. L’iscrizione come Associato attuale non comporta l’adesione a nessuna teoria prestabilita, ma l’impegno a fare d’un singolo lavoro – nella teoria o nella pratica educative, culturali, artistiche, terapeutiche o sociali – una strada per l’individuazione d’un proprio singolare compito etico e formativo. A tale scopo, gli Associati attuali s’impegnano a presentare i risultati del proprio lavoro, determinato nei termini esposti nello Statuto, nelle varie occasioni previste a questo scopo dall’Accademia platonica delle Arti (corsi, seminari, Gruppi di studio ecc.).
b. Gli interlocutori
Ciascun Associato attuale potrà scegliere, per lo svolgimento del proprio lavoro, un Interlocutore. Questa decisione, pur non essendo obbligatoria, è fortemente auspicata. È compito degl’Interlocutori non solo fornire agli Associati attuali delle indicazioni tecniche o di competenza, ma soprattutto aiutarli a riconoscere qual è il punto individuante del loro programma.
c. Sospensioni concordate
Gli Associati attuali potranno non assumere – temporaneamente e con scadenza determinata – specifici impegni di lavoro. Questa soluzione d’attesa può essere accettata, con l’accordo del Coordinatore, quando esigenze contingenti non consentano lo svolgimento di precise attività.

Art. 4 – I Gruppi

La formazione di Gruppi – organizzativi, di studio, terapeutici ecc. – rientra fra gli strumenti formativi dell’Accademia, e perciò possono liberamente costituirsi al suo interno.

Art. 5 – Gruppi organizzativi

I Gruppi organizzativi discutono le problematiche connesse con un campo d’intervento specifico dell’Accademia, e propongono al Comitato di Coordinamento l’organizzazione di concrete attività – formative, terapeutiche o culturali -, relative ad esse, da inserire nei programmi annuali dell’Accademia. Essi segnaleranno la propria costituzione, attraverso il Coordinatore, al Comitato di Coordinamento, nel quale potranno essere rappresentati da un proprio Componente, se il Coordinatore e l’Assemblea degli Associati daranno parere favorevole. Essi affronteranno inoltre autonomamente, in accordo con il Comitato di Coordinamento, tutti gli aspetti pratici ed organizzativi relativi allo svolgimento delle attività da loro proposte. I componenti dei Gruppi organizzativi devono essere Associati attuali dell’Accademia platonica delle Arti.

Art. 6 – Gruppi di studio

I Gruppi di studio possono segnalarsi presso il Comitato di Coordinamento (o presso il Gruppo organizzativo d’una Sezione, se il loro argomento è connesso con le attività di questa). In tali casi verranno inseriti in un apposito elenco, pubblicato annualmente dalla “Lettera dell’Accademia platonica delle Arti”. I Gruppi di studio renderanno conto del proprio lavoro o attraverso degli scritti – presentati alla “Lettera dell’Accademia platonica delle Arti” o alla Redazione di Arché -, oppure ancora con degli interventi nel corso degl’insegnamenti pubblici dell’Accademia. Ciascun Gruppo di studio potrà designare un proprio Interlocutore, con le modalità segnalate in precedenza all’Art. 3.

Art. 7 – Il Comitato di Coordinamento

Il Comitato di Coordinamento è composto dal Coordinatore, da un Archivista, da un Tesoriere, da un rappresentante per ciascuna Sezione e da un rappresentante del gruppo organizzativo di Redazione. Il Coordinatore potrà avvalersi della collaborazione di un Associato, il quale potrà assistere alle riunioni del Comitato di Coordinamento stesso. La sua composizione potrà essere modificata per decisione dell’Assemblea degli Associati, modificando di conseguenza il Regolamento generale dell’Accademia platonica delle Arti. Il Comitato di Coordinamento stabilirà i programmi degl’insegnamenti pubblici, tenendo eventualmente conto dei suggerimenti dei Gruppi organizzativi delle Sezioni. Sceglierà e nominerà anche gl’Insegnanti, approvando le proposte dei Gruppi organizzativi delle Sezioni, quando gl’insegnamenti rientrino nel loro campo.

Art. 8 – Il Consiglio di Garanzia

I Consiglieri sono designati dal Coordinatore a tempo indeterminato. È compito del Consiglio, oltre a quanto previsto dall’Art. 7 dello Statuto, di vegliare sull’andamento complessivo dell’attività dell’Accademia platonica delle Arti, soprattutto tenendo conto dei principi etici della loro impostazione.

Art. 9 – L’Assemblea degli Associati

L’Assemblea degli Associati, oltre a quanto previsto dall’Art. 12 dello Statuto, dovrà discutere gl’insegnamenti dell’anno trascorso ed approvare il programma di quelli previsti per l’anno successivo, valutando l’impostazione generale della formazione nell’Accademia.

Art. 10 – Doveri e diritti degli Associati

Gli Associati potranno intervenire e votare nelle Assemblee ordinarie e straordinarie. Riceveranno la “Lettera dell’Accademia platonica delle Arti”.

Art. 11 – Le attività editoriali

Il bollettino periodico dell’Associazione è denominato “Lettera dell’Accademia platonica delle Arti”. La sua redazione è curata da un apposito Gruppo organizzativo. L’Accademia platonica delle Arti si esprime attraverso una collana, denominata Arché. Essa raccoglie i risultati dei lavori che si svolgono all’interno dell’Accademia.

Art. 12 – Le Sezioni

a. Elenco delle Sezioni
Esistono attualmente cinque Sezioni rappresentate nel Comitato di Coordinamento.
Kora, Centro per lo studio e la cura di anoressia e bulimia;
Eikón, Laboratorio di pittura;
Sezione di psicanalisi.
b. Compiti delle Sezioni
Compito delle Sezioni è di favorire lo svolgimento delle esperienze di formazione in campi individuati secondo la specificità operativa o tematica di ciascuna di esse. Ciascuna Sezione sarà animata da un Gruppo organizzativo. Il suo Rappresentante nel Comitato di Coordinamento è eletto dall’Assemblea. Le attività delle Sezioni che riguardino dei campi d’intervento sociale e terapeutico possono svolgersi secondo le modalità del volontariato e rivolgersi anche a non associati.
c. Relazioni fra le Sezioni
Ciascuna Sezione è tenuta ad inserire le proprie attività nell’ambito di quelle complessive dell’Accademia, tenendo conto delle sollecitazioni e delle richieste che emergano dal suo lavoro. Funzione delle Sezioni è infatti anche di cooperare all’organizzazione generale delle attività dell’Accademia. Per questo tutti i suggerimenti dei Gruppi organizzativi delle Sezioni, per diventare operativi, dovranno essere approvati dal Comitato di Coordinamento. Al fine di promuovere l’articolazione fra i lavori delle diverse Sezioni, il Coordinatore potrà partecipare direttamente o per delega a ciascun loro Gruppo organizzativo.
d. Sospensione o scioglimento delle Sezioni
Le attività d’una Sezione potranno venire sospese temporaneamente o definitivamente, per decisione dell’Assemblea degli Associati e con l’accordo del Coordinatore.
e. Regolamenti e bollettini delle Sezioni
Ciascuna Sezione potrà essere retta da un proprio Regolamento interno e potrà avere un proprio bollettino, che sarà curato dal suo Gruppo organizzativo.

Art. 13 – Compatibilità delle cariche

Ciascun Associato dell’Accademia platonica delle Arti, nel caso che ve ne sia necessità, potrà svolgere contemporaneamente più funzioni o ricoprire più incarichi.

Art. 14

Per tutto ciò che non è specificato nel presente Regolamento generale, rimandiamo allo Statuto dell’Accademia platonica delle Arti, ed ai Regolamenti delle singole Sezioni.